Logica impeccabile

E’ che una in una domenica pomeriggio calda come solo le ottobrate romane sanno essere, se ne va con la famiglia ad un evento enogastronomico a un passo dal Tevere. Se ne parla bene perché sono previste svariate iniziative per bambini: laboratori, face painting, animazione. E poi, come se questo non bastasse, per l’occasione si […]

Piccoli passi di felicità

Quando ti siedi al bar dove sei andata per anni con gli amici, dopo la scuola, e poi durante l’università, e ancora al rientro dai viaggi lontani, a colazione la mattina nei fine settimana, per gli aperitivi di molte calde primavere dai cieli rosati, quel bar con i cornetti buoni veri, dove la panna la […]

Le pause riflessive

Mi hanno scritto alcune di voi  (i maschi mi sa tanto che  da qui si tengono alla larga per qualche strano fenomeno atmosferico-paranormale ma tant’è) chiedendomi preoccupate che fine avessimo fatto. Beh! Prima di tutto rassicuro tutte (se c’è anche qualche maschio prego battere un colpo e cambio volentieri la “e” in “i”) dicendovi che […]

Scie spazio temporali

Sei in cucina, hai un po’ fame. Non hai cenato. Dopo aver aperto un frigo semivuoto in una serata afosa, prima di chiuderlo, tiri fuori un barattolo di marmellata. Prendi una fetta biscottata e cominci a spalmare quando una vocina sottile ti chiama dicendo candida: “Mama, devo fare la pipì”, e tu emozionata accorri e […]

La maledizione del parco giochi

Perché, cara mia Bambola, quando andiamo al parco giochi e vedi un signore che vende la pistola spara bolle di sapone, la brami terribilmente, te la compro e poi la abbandoni (dopo averla scaraventata per terra) dimenticata un secondo dopo? Perché quando portiamo nel passeggino la girandola grande superaccessoriata, tu vuoi quella piccola del bambino […]

Addio Granada

“Addio Granada” risuona nell’aria da un piccolo stereo su una sedia di plastica, piazzato lì dal Sig. Attilio che da 18 anni vive lì all’ospizio, assieme ad altri anziani che conosciamo bene e che hanno visto Bambola crescere dalla pancia, alla carrozzina, ad oggi. Il Sig. Attilio è abbronzato perché nelle annoiate giornate estive siede fuori […]

Sorpresine

Scratch, scratch, scratch. – pausa – Scratch, scratch, scratch, scratch, scratch, scratch. – pausa. Poi più veloce – Scratch, scratch, scratch…scratch, scratch…scraracratch! Udì la mamma, e si voltò verso l’innocente pargola la quale, con matita nera alla mano, aveva scarabocchiato per intero il muro accanto alla scrivania. Dai 60 cm in giù.

Serate romane

Da quando è iniziato il bel tempo primaverile, quando Nonnasantasubito_1 stacca dal turno intorno alle 17:30, io e Bambola ci prepariamo e usciamo. Dapprima facciamo fare un giretto ai cani. Poi ci posizioniamo stazionanti nella piazzetta sotto casa. In quella piazzetta ci sono tre panchine. Di solito occupiamo quella centrale, tanto per essere al centro […]