Addio Granada

“Addio Granada” risuona nell’aria da un piccolo stereo su una sedia di plastica, piazzato lì dal Sig. Attilio che da 18 anni vive lì all’ospizio, assieme ad altri anziani che conosciamo bene e che hanno visto Bambola crescere dalla pancia, alla carrozzina, ad oggi.

fotoòò
Il Sig. Attilio è abbronzato perché nelle annoiate giornate estive siede fuori nel grande giardino della villa romana oggi adibita a ricovero, e ascolta musiche antiche.
Ha 90 anni.
Giulia 2 domenica prossima.
Li osservo che ascoltano musica insieme.

E lei balla con i capelli dorati leggermente mossi dal vento e uno sguardo un po’ inquisitore di chi non osa.

fotok

Ecco un pomeriggio che promette noia e pioggia, ma che improvvisamente ci regala un sole caldo fatto di margherite, nespole mature colte dall’albero e ciliegie.
E così, fra una musica d’altri tempi e generazioni lontane che si incontrano, ci troviamo a dondolare come onde, nell’eco di rime lontane, perse nel vento e nei lontani rimbombi del traffico.

foto

Gerani in fiore e violette timide nei vasi, si accendono ai raggi del sole, assieme al sorriso di un vecchio quasi sempre solo, ma comunque attento creatore di attimi di poesia.
…E nell’aria profumo di nonni.

Annunci

4 pensieri su “Addio Granada

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...