Quelle sere…

foto-3

Ci sono a volte quelle sere,

verso la fine di una lunga settimana,

agli albori di un weekend già pieno zeppo di impegni,

quelle sere in cui,

alle nove e mezza vorresti già essere sotto le coperte,

distesa,

a immaginare il rumore che fa il vento fra i pini innevati in un bosco solitario lievemente illuminato dalla luna; mescolato a quello che fa la tua testa stanca di correre.
Dietro a cose più veloci di lei.

Ci sono delle sere in cui vorresti premere il tasto “pause” e fermare tutto.
Anche solo per una notte.

Anche solo per ascoltare il silenzio.

Per sentire con piacere le palpebre farsi lentamente più pesanti.

Per poi cadere in un sonno lieve e senza sogni.

E percepire il sangue che scorre e ti restituisce calma ed energia, in modo fluido e costante. Lento e inesorabile.

Quelle sere vorresti sentire il tuo corpo rilassarsi, muscolo dopo muscolo, come in una lentissima marcia che ti porterà ad una compiuta sensazione di leggerezza.

Ma un improvviso tonfo sordo ti riporta alla realtà.

Perché un pianoforte giocattolo si è appena schiantato sopra al parquet.

Perché “qualcuno”, che ha un anno e mezzo e la forza di un rinoceronte, l’ha traslocato, sollevandolo, dalla sua cameretta al corridoio.

E allora capisci che quelle sere non puoi più permetterle.

E un po’ (molto) ti dispiace.

E un po’ sei contenta.
Perché ora, in compenso, hai un pianoforte giocattolo rosso fuoco su cui passeggiano delle piccolissime dita rosa.

Annunci

Un pensiero su “Quelle sere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...