Una storia fra le dita

india1

Qualche anno fa ho scritto una storia che è poi diventata un romanzo.

Scrivere non è il mio mestiere.
E’ più un istinto, che a volte ho la fortuna di poter assecondare.
Dopo tanto tempo dedicato  a scrivere quelle pagine di vita vissuta, le presi e le gettai in una cartella dei documenti, in fondo all’hard disk del mio computer, per non riaprirle più.
Poi un giorno, molto tempo dopo, un’amica mi chiese cosa ne fosse stato di loro;

per poterle rispondere, andai a sbirciare nella cartella “365” e ritrovai il file abbandonato.

Sfogliandone velocemente le pagine, mi resi conto che quella storia non  era altro che il prequel di questo blog.

Improvvisamente tutto ha acquisito un significato speciale e magico.

E ho compreso il senso di quel percorso accidentato che mi ha portato qui sulle righe di questo blog-nonblog.

Lì parlavo di un bel “prima”
Così come oggi sto scrivendo di un bellissimo “adesso”.
Perché è proprio vero che la vita può cambiare molto.
Ma, in fondo, noi restiamo sempre noi.
Solo con qualche anno e qualche ricordo in più.

.
Questo è 365:

Trecentosessantacinque – Quattro donne. Un anno

Un romanzo perso in un cassetto, e poi improvvisamente tirato fuori.

Una storia realmente vissuta che, ancor prima di essere un libro, diventa blog.
Per condividere con chi leggerà, un anno di vita.
Proprio come accade alle protagoniste del racconto.

Potete leggerne una pagina al giorno per 365 giorni direttamente qui:  Trecentosessantacinque – Quattro donne. Un anno
Oppure, a breve, acquistarlo su Ilmiolibro.it o ordinarlo alla Feltrinelli.
In ogni caso, se avrete voglia di dedicargli un po’ del vostro tempo e di condividerlo, saró felice di sapere cosa ne pensate.

.

Ps: grazie Barbara per avermi aiutata ad…”unire i puntini”

Annunci

3 pensieri su “Una storia fra le dita

  1. Ecco qua. L’avevo pensato io che eri un’anima scrittrice anche tu. Da subito. Da quando il mio “Ari” era solo e solitario a fine pagina. Ti leggerò con piacere e con devozione. E poi..tu dovrai leggere me…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...