Strani attimi di follia

Che poi a un certo punto, un pomeriggio, appena Nonnasantasubito è andata via,

ti ritrovi con bambola a ballare col volume a palla;

noi, come due forsennate con lo sguardo complice;

lei che sculetta sulle sue gambette rotonde, e io che canto il ritornello, e tutte e due che facciamo il girotondo da un lato e poi dall’altro;

e lei che ride e si diverte come una matta.

E io che rido e mi diverto come una matta.

E poi ci buttiamo a terra tutte e due.

In un lucido attimo di follia.

Semplicemente al ritmo di questa:

Annunci

5 pensieri su “Strani attimi di follia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...