Le cose che non abbiamo ancora fatto

Pensavo oggi che mi piacerebbe portare Giulia al cinema.

So che è ancora presto.

Ma non vedo l’ora di farla sedere in quell’enorme stanza di velluto rosso o blu, con l’emozione dell’attesa di un bel cartone concepito proprio per lei; che so che le piacerà.

Quando si spengono le luci e si apre la bocca dallo stupore. E poi comincia la magia. Pensavo a quella prima volta.

E a tutte le prime volte che la seguiranno o precederanno; ora che è più consapevole di ciò che le accade intorno.

A quando per la prima volta andremo a mangiare la frittura di pesce sulla spiaggia, in un giorno d’inverno.

Al primo volo in aereo, quando vedrà il mondo sotto di lei diventare piccolo, piccolo.

A quando andremo al canile, a salvare un altro cane sfortunato che lei sceglierà e che diventerà il suo migliore amico.

Al suo primo giorno di scuola.

Alla prima notte che, per chissà quale motivo, non dormirò accanto a lei (ma questo non avverrà prima dei suoi 23 anni).

A quando compreremo il primo paio di scarpe coi tacchi.

A quando mi racconterà del suo primo bacio.

Pensavo a quanta vita abbiamo davanti.

E quasi mi mancava il respiro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...